Menù Principale

Segui il Gruppo Avis Mineralogia Paleontologia Scandicci anche su  Facebook

Home Dizionario Y Dizionario
Browse by letter
All | A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z | Other

Y

We currently have 1 entries that begin with this letter.

Print in friendly format Send this term to a friend Ypresiano

L'Ypresiano è il primo dei quattro piani in cui è suddiviso l'Eocene. 

Copre il periodo compreso fra i 55,8 ± 0,2 milioni di anni fa (Ma) e 48,6 ± 0,2 milioni di anni fa.

È preceduto dal Thanetiano, che è l'ultimo piano del Paleocene, ed è seguito dal Luteziano.

Il nome di questo periodo proviene dalla città di Ypres, (Ieper in fiammingo), situata nella regione delle Fiandre, in Belgio.

Lo stadio Ypresiano fu introdotto nella letteratura scientifica dal geologo belga André Hubert Dumont nel 1850 con una caratterizzazione diversa da quella utilizzata al giorno d'oggi.

Depositi appartenenti a quest'epoca sono, ad esempio, i giacimenti fossiliferi del Pozzo di Messel, vicino a Darmstadt in Germania.

I primati fecero la loro comparsa durante questa era (55 milioni di anni fa circa), anche se recenti nuove scoperte archeologiche sembrano anticipare la data della comparsa di questi animali fino a 90 Ma, quindi nel tardo Cretaceo.

Intorno ai 55 milioni di anni fa si trova il Cantius frugivorus, protoproscimmia classificata nel sottordine Strepsirrhini, infraordine Adapiformes, famiglia Nothactidae, Forma iniziale di primati, più evoluta delle Plesiadapiformes, forse un antenato comune fra scimmie e proscimmie.

In Nordamerica si ha la presunta presenza dello Smilodectes gracilis, protoproscimmia classificata nel sottordine Strepsirrhini, infraordine Adapiformes, famiglia Nothactidae: probabilmente uno dei primi primati diurni finora conosciuti.

Intorno ai 50 milioni di anni fa è accertata, sempre in Nordamerica (Wyoming) la comparsa delle scimmie del Genere Shoshonius, classificate nel sottordine Haplorrhini, infraordine Omomyidae, famiglia Omomyidae, che condividono molte caratteristiche con gli attuali tarsi, ma anche con le più evolute scimmie, tanto che qualcuno li ritiene antenato comune fra queste e i tarsi stessi.





Vota & Cerca
Statistiche

Aggiungi ai preferiti

Login
Nome utente:

Password:

Ricorda



Recupero password

Registrati!
Ricerca Vocale
Termini Recenti
Meteo


Mappe