Menù Principale

Segui il Gruppo Avis Mineralogia Paleontologia Scandicci anche su  Facebook

Home Dizionario D Dizionario
Browse by letter
All | A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z | Other

D

We currently have 15 entries that begin with this letter.

Print in friendly format Send this term to a friend Dalatias Licha

Dalatias licha, conosciuto comunemente come zigrino, è uno squalo appartenente alla famiglia Dalatiidae.

Questa specie è diffusa nell'Atlantico, nel Mediterraneo occidentale, nell'Oceano Indiano occidentale e nel Pacifico occidentale, compresi i mari circostanti Giappone, Australia, Hawaii e Nuova Zelanda, a profondità comprese tra i -50 e i -1800 metri.

Presenta un corpo allungato, a sezione piuttosto arrotondata.

La testa ha un naso appuntito, con occhi grandi e bocca con piccoli denti affilati e triangolari.

Le pinne sono carnose, triangolari ma con i vertici arrotondati.

Ha due pinne dorsali.

La pinna caudale è innestata sulla fine della colonna vertebrale e formata da due lobi sottili.

La pelle è estremamente ruvida.

Il colore è uniforme, grigio antracite o bruno.

La sua lunghezza varia da 1 a 1,8 metri.

Il Dalatias licha ha una dieta carnivora: si nutre di pesci e pesce azzurro, piccoli squali, Molluschi, Anfipodi, isopodi e crostacei.

L'accoppiamento prevede fecondazione interna, ed avviene con un abbraccio ventre a ventre tra i due riproduttori.

E' una specie ovovivipara: la femmina aumenta il numero di avannotti in grembo all'aumentare delle sue dimensioni.

Dalatias Licha



Print in friendly format Send this term to a friend Daniano

Il Daniano (anche detto Montiano o Paleocene inferiore) è il primo piano del Paleocene.

Segue il Maastrichtiano, l'ultimo piano del precedente periodo Cretacico ed è seguito dal Selandiano.

L'inizio di tale epoca è definito dall'estinzione di massa del "Cretacico-Terziario", intorno a 65,5 ± 0,3 milioni di anni fa e si conclude intorno a 61,7 ± 0,2 milioni di anni fa.

Il Daniano fu introdotto nella letteratura scientifica dal geologo Svizzero-tedesco Pierre Jean Édouard Desor nel 1847, riferendosi all'antico nome latino per la Danimarca.

La precedente dizione per questo stadio stratigrafico di Montiano, a sua volta derivata dal nome della cittadina belga di Mons, è caduta in disuso e non viene più utilizzata.

Sebbene i grandi dinosauri terrestri fossero ormai estinti, i mammiferi e gli altri animali terrestri rimanevano tuttavia di dimensioni abbastanza modeste.

In questa epoca compare il Purgatorius, Genere di proto-primate, o precursore dei Plesiadapiformes, i cui fossili sono stati trovati in Montana in un deposito di 65 milioni di anni fa.

Probabilmente è l'antenato comune fra i plesiadapiformes e i primati superiori.

È classificabile nel superordine Euarchonta, nel ramo che contiene rispettivamente l'ordine dei Dermoptera, dei Plesiadapiformes e dei Primates.

Sicuramente costituisce un anello di separazione fra i protoprimati e i dermotteri.


Print in friendly format Send this term to a friend Datazione Radiometrica

La datazione radiometrica (o radiodatazione) è uno dei metodi per determinare l'età di oggetti antichi.

Essa si basa sul raffronto tra le abbondanze osservate di un opportuno isotopo radioattivo e dei suoi prodotti di decadimento (noto il tempo di dimezzamento, ed è la principale fonte di informazioni sull'età della Terra e sulla velocità dell'evoluzione delle specie viventi).

Esistono vari metodi di datazione radiometrica, differenti nella precisione della misura, nei costi e nelle scale temporali per le quali possono essere utilizzati.

Il più noto (nonché il primo ad essere stato sviluppato) è quello del Carbonio-14 (C14).


Print in friendly format Send this term to a friend Deciduo

Si dice di una parte destinata a cadere ed essere eliminata ad un punto particolare del ciclo vitale.



Print in friendly format Send this term to a friend Decollato

Si riferisce al troncarsi dell'apice.



Print in friendly format Send this term to a friend Decussato

Scultura a traliccio, determinata dall'incrocio dei solchi.



Print in friendly format Send this term to a friend Destrorso

Avvolto verso destra, ovvero con apertura a destra quando la conchiglia, ovviamente di un Gasteropodo, e' presentata con l'apice in alto e l'apertura di fronte all'osservatore.



Print in friendly format Send this term to a friend Devoniano

Quarta suddivisione del Paleozoico nella scala dei tempi geologici; copre l'intervallo di tempo compreso tra 395 e 345 milioni di anni fa circa, e prende nome dalla località di Devon, in Inghilterra, dove le Rocce Sedimentarie di quel periodo furono studiate per la prima volta, poco dopo il 1830.

Il principale evento geologico del Devoniano fu una collisione fra le due masse continentali ancestrali del Nord America e dell'Eurasia, e Gondwana, il supercontinente che in seguito avrebbe dato origine a tutti i continenti meridionali.

Le forze di compressione generate da questa collisione provocarono il ripiegamento e il sollevamento di spessi strati sedimentari che si erano precedentemente accumulati in zone depresse di sedimentazione attiva, dette geosinclinali.

Questo episodio devoniano di edificazione di catene montuose è chiamato orogenesi acadiana in Nord America e orogenesi caledoniana in Gran Bretagna e Norvegia.

Le radici esposte all'erosione delle montagne prodotte dall'orogenesi acadiana formano la sezione settentrionale degli attuali Appalachi, negli Stati Uniti nordorientali.

Grandi volumi di sabbie grossolane rosse e ghiaie, prodotti dall'erosione delle nuove montagne caledoniane, si accumularono sulle stabili piattaforme interne dei continenti che venivano invase a intermittenza da caldi mari poco profondi, popolati da scogliere coralline e spugne.

In Nord America, grandi spessori di arenarie rosse sormontano i resti della prima foresta documentata del mondo, costituita da licopodiali alte e sottili, sempreverdi primitive e felci.

L'ossido di ferro, che cementò i granuli di sabbia conferendo alle arenarie il caratteristico colore rosso, è indice di un clima caldo e umido, come del resto lo sono i coralli e le lussureggianti foreste.

Nord America ed Europa erano entrambe attraversate dall'equatore, mentre le porzioni africana e sudamericana di Gondwana erano centrate sul Polo Sud.

In queste condizioni climatiche, e soprattutto grazie alla formazione nell'atmosfera dello strato di ozono che funge da schermo per le radiazioni ultraviolette solari, comparvero su terraferma i primi Artropodi in grado di respirare aria.

I pesci del Devoniano, evolutisi dai precedenti tipi corazzati, cominciavano a presentare pinne, squame e articolazioni boccali.

Da un gruppo di pesci a pinne lobate si svilupparono i primi vertebrati in grado di respirare aria: gli anfibi.

Questi animali invasero la terraferma alla fine del Devoniano e posero le basi per l'avvento dei rettili nel periodo successivo, il Carbonifero.

Devoniano



Print in friendly format Send this term to a friend Diaspri

Con il termine diaspro (parola di origine persiana) si indica una roccia sedimentaria mono-mineralogica, ossia formata da un unico minerale, composta da quarzo (SiO2), e contenente sovente alcune impurità, solitamente Atomi di ferro che conferiscono alla roccia vivaci colorazioni, rendendola ricercata come pietra semi-preziosa per la lavorazione in opifici.

Il diaspro appare generalmente di colore rosso mattone (per inclusioni microcristalline di ossidi di ferro, principalmente ematite Fe2O3) o verde con varie tonalità (per la presenza di microcristalli di anfiboli e pirosseni).

Può anche assumere tonalità giallastre o nere (per l'inclusione di ossidi di manganese); una certa percentuale della composizione è rappresentata da calcedonio, composto criptocristallino della silice.

Il diaspro presenta fratture concoidi (bordi taglienti come quelli del vetro o del quarzo) ed è molto compatto e resistente, tanto da risultare un materiale utile per la produzione di punte, lame ed altri utensili delle industrie litiche dall'Homo erectus in avanti: è infatti una roccia del tutto simile alla selce.

Il diaspro si Forma generalmente per compattazione di gusci silicei di diatomee e/o radiolari (rispettivamente piante e animali unicellulari planctonici), oppure per precipitazione chimica della silice stessa, depositatasi come gel sui fondali marini entro la linea di compensazione della silice, posta a circa 6000 metri di profondità.

Diaspro



Print in friendly format Send this term to a friend Digitazione

Particolare strutturale consistente in un prolungamento a Forma di dito, che generalmente prolunga il labbro esterno in certi Generi di Gasteropodi.  


(1) 2 »


Vota & Cerca
Statistiche

Aggiungi ai preferiti

Login
Nome utente:

Password:

Ricorda



Recupero password

Registrati!
Ricerca Vocale
Termini Recenti
Meteo


Mappe